giovedì 15 dicembre 2011

BUCCINASCO - Primarie Centrosinistra: esordio con sbadigli, dibattito fiacco e le differenze non emergono

Nessuno pretendeva che la prima uscita pubblica dei candidati alle primarie del centrosinistra fosse simile alle più celebri primarie di stampo statunitense dove i candidati si contrappongono senza esclusione di colpi, quelli bassi compresi. Modalità che, per fortuna, non fanno parte della nostra cultura politica, asprezze e personalismi lontani, appunto, da quella “buona politica” cui tanto si affida del futuro del nostro paese e delle nostre amministrazioni locali. Ma un confronto reale di posizioni diverse che giustificassero la presenza di cinque candidati tra i quali operare una scelta, questo sì che ce lo si poteva aspettare. Non è andata così nella serata del 14 dicembre alla Cascina Robbiolo, discretamente affollata e attraversata da fiacchi applausi di circostanza equamente distribuiti a tutti gli intervenuti, applausi pacati e quasi svogliati come se volessero adeguarsi ai toni di quasi tutti gli oratori... 

La probabile preoccupazione di non dare l’impressione dell’esistenza di un conflitto di posizioni, progetti e programmi l’ha avuta vinta sulla necessità di fornire elementi di differenziazione che sono gli unici che possono determinare una scelta vera, c’è partecipazione democratica infatti, almeno a nostro parere, se si hanno gli elementi per scegliere e le diversità non solo possono, ma devono emergere anche in un quadro politicamente unitario, in caso contrario le primarie da esercizio di democrazia si trasformano in mera celebrazione formale della democrazia stessa. 

Insomma un’occasione persa quella del 14 dicembre, giustificata dagli imbarazzi che un esordio (e le primarie di Buccinasco sono comunque un esordio che va salutato con favore) spesso determina e anche dal sacrosanto timore di cadere in quel clima da televisione spazzatura che ha caratterizzato l’ultimo ventennio, pur non essendo necessario a nostro parere passare dal trash degli anni 2000 al clima soporifero delle tribune politiche degli anni ’60.


Dario Paladini, della redazione di “Terre di mezzo”, ha guidato l’incontro con un’attenzione particolare al rispetto dei tempi, giustamente brevi per ciascuno degli interventi (il che poteva essere, ma non è stato, un buon antidoto alla genericità) ponendo cinque domande che hanno abbracciato tutto l’arco del possibile futuro impegno dell’eventuale vincitore (punti principali del programma, legalità, gestione del territorio, welfare e le motivazioni per cui ogni candidato indica nella propria persona la giusta scelta per la corsa alla carica di primo cittadino). 

Sul palco i cinque candidati: Rino Pruiti (ambientalista “storico”, ex assessore nella Giunta Carbonera, ,che da tempo ha dato vita ad un combattivo Blog molto seguito sullo scenario locale e oltre, rappresentante della lista civica “Per Buccinasco”, 48 anni); Pietro Gusmaroli (figura nota della politica locale nella quale si muove da decenni “a corrente alternata” come lui stesso ha definito il suo impegno che lo ha visto spesso all’estero, iscritto al PD ma candidato indipendente, 59 anni); Vittorio Ciocca (dirigente scolastico a Trezzano sul Naviglio e Buccinasco, candidato dalla Federazione della Sinistra, molto impegnato e noto nel mondo dell’istruzione pubblica, 55 anni); Giambattista Maiorano (una lunga storia politica alle spalle che parte dalla DC di La Pira e Moro per approdare al PD, anche lui ex assessore al Bilancio della Giunta Carbonera, candidato presentato dal PD, 64 anni); Gloriana Venturini (un passato di sindacalista alla CGIL, ex consigliera comunale PCI/PDS agli inizi degli anni ’90, candidata da Sinistra Ecologia e Libertà).


Le risposte alle domande di Paladini non si sono molto discostate da quello che è stato scritto nel programma comune, come dicevamo, rendendo difficile per il pubblico presente cogliere le differenze (e questo rischia di favorire un voto basato più sulle appartenenze e sulla forza organizzativa che ognuno ha alle sue spalle, più che su dibattito e scelta tra proposte diverse) anche se dovere di cronaca impone di riferire che Rino Pruiti ha più volte dichiarato il suo disaccordo con gli altri candidati cercando, vanamente, di suscitare un minimo di democratica conflittualità. 

Lo ha fatto per esempio differenziandosi sulla questione del “consumo zero di suolo” perché si “può costruire molto anche sul già costruito, un grattacielo su una vecchia cascina ad esempio” e preferendo una linea attenta al saldo naturale della popolazione residente, in buona sostanza si costruisce solo se c’è un’esigenza reale demografica e collocando la lista nell’ambito del centrosinistra ma aperta anche ad altri orientamenti politici, insomma pronta ad incursioni a caccia di consenso anche in territorio ostile. Il che gli è costato una sottintesa, e finalmente appassionata, reprimenda di Maiorano che ha rivendicato con forza la sua appartenenza ideale e politica all’area di centrosinistra e l’esigenza di confini precisi con quella del centrodestra (però, ci permettiamo di suggerire, i voti vanno conquistati tra quelli che non te li danno e non te li hanno dati finora, non tra quelli che già sono acquisiti). 

Per il resto da parte di tutti molta attenzione per correggere quei meccanismi amministrativi che permettono l’infiltrarsi dell’illegalità (una commissione consiliare sulla trasparenza degli atti ad esempio); difesa dei servizi sociali con sfumature diverse che vanno dalla radicalità di Gloriana Venturini (con un’attenzione particolare al ruolo delle donne, “una città a misura delle donne e non solo degli uomini”) alla coerenza radicale di Vittorio Ciocca (coerenti ad un’identità precisa e proprio grazie a questo pronti al confronto) fino al realismo di Giambattista Maiorano (niente fantasie e favole, dovremo comunque fare i conti con le risorse reali). Anche gli appelli finali al voto non si sono discostati molto dal clima da calma piatta che è stato la cifra interpretativa della serata

Ricordiamo però sommessamente che con la calma piatta ci si garantisce una navigazione tranquilla e sicura, ma non è che si vada molto lontano, nelle acque del mare come in politica.


Fulvio Scova

30 commenti:

  1. Fulvio, abbastanza d'accordo con quello che scrivi, però è dura "differenziarsi" e confrontarsi vivacemente se gli altri non esternano delle proposte concrete che si possano valutare e magari criticare :-)

    Nel mio piccolo , solo nell'ultimo mese, ho fatto almeno 5 proposte operative, fattibili e auspicabili per il buon governo di Buccinasco... aspetto gli altri, altrimenti me la canto e me la suono da solo e diventa noioso.

    Comincio però a temere di non avere i mezzi per far conoscere le mie idee alle 10.000 famiglie di Buccinasco (ne tantomeno ho le risorse economiche necessarie), questo sarà un problema.

    Hai ragione al 100% quando dici che in mancanza di fatti nuovi il voto seguirà le indicazioni di "squadra", cioè di partito... un pò come si fa per la squadra di calcio del cuore, che anche se delude la si "tifa" lo stesso.

    Un peccato per tutti.

    Rino

    RispondiElimina
  2. Gianfranco Belisari17 dicembre 2011 02:14

    Mi piacerebbe molto conoscere i 4 progetti degli altri candidati per capire le differenze tra di loro e il grado di fattibilità dei progetti esposti.
    Quello di Pruiti lo conosco già e ho espresso le mie considerazioni negative nel 3D dove annuncia la sua candidatura.
    Mi auguro che quelli degli altri siano di largo respiro, più concreti e che tengano conto della realtà dei cittadini di Buccinasco e non di un mondo che non trova riscontro nella realtà.
    Attendiamo.

    RispondiElimina
  3. Gianfranco Belisari20 dicembre 2011 17:26

    Ho avuto modo di dialogare su altro Blog, con la sig.ra Gloriana Venturini.
    Anche se non sono nè un fan della sinistra nè dei sindacalisti, devo dire che la signora candidata sindaco per Rifondazione ha un approccio molto interessante.
    E' chiara, lineare, equilibrata.
    Come sindaco non mi dispiacerebbe.
    Anche lei soffre un po' della mania assistenzialista e buonista un tanto al chilo,tanto cara alla sinistra.
    Sembra sempre che, senza di loro, le classi deboli e i meno fortunati siano perduti.
    A parte che non è così perchè alla fine, a Buccinasco, le uniche vere realizzazioni a sostegno dei vecchi, dei malati e dei disabili le ha fatti il centro-destra senza tanti strombazzamenti, un candidato Sindaco per Buccinasco, deve uscire dai soliti stereotipi: l'aasistenza, di ogni tipo, a Buccinascp esiste già. Bisogna solo mantenerla e migliorarla.
    Quello che serve veramente, e lo dico alla signora Gloriana e a tutti i candidati sindaci, è far diventare Buccinasco una città modello, sull'esempio di cittadine svizzere, francesi e del nord Europa: vere piste ciclabili, sicure, nel verde.
    Strade pulite e ben asfaltate. Semafori visibili e strisce pedonali di primo livello.
    Sottopassi viari all'altezza della chiesetta di San Biagio per liberare dal traffico il centro e costruire una piazza con piante, fontane, bar ristoranti e negozi alla moda nell'area sopraelevata (fino al livello dei portici di via dei Mille), che si estende dalla Chiesetta fino al capannone dei go kart.
    Avremo così finalmente un luogo di aggregazione, che a Buccinasco manca, non avendo un centro storico.
    Questi secondo me sono i progetti di un sindaco moderno e per queste cose bisogna chiedere finanziamenti, non per le solite fumose iniziative che non lasciano traccia.
    Buccinasco è una cittadina fuori dagli schemi: anche la sinistra deve cominciare a svegliarsi.
    Su 28.000 abitanti, più del 90% è arrivata da fuori, da Milano perlopiù, ed è di buon livello economico. Altrimenti non avrebbe potuto acquistare qui la casa.
    Ed è di loro che un Sindaco dovrebbe occuparsi seriamente.
    E non è certo facendo il solito compitino del "sociale" (che resta comunque sempre in prima linea).che si risolveranno i problemi.
    Quindi, svegliatevi un po' tutti, egregi candidati sindaci.

    RispondiElimina
  4. Grazie "Gianfry", un bel programma raccontato così sembra un ghetto per ricchi.

    A me basta che Buccinasco sia sempre più vivibile, pulita, ordinata e più verde, ma anche solidale e moderna.

    La Venturini è la candidata di SEL (lo so per Gianfry sono tutti comunisti), non di rifondazione (che poi si chiama Federazione della SInistra) che invece candida Vittorio Ciocca

    RispondiElimina
  5. Gianfranco Belisari20 dicembre 2011 22:40

    Vedo che un programma di ampio respiro, ha messo in crisi il compagno Pruriti che, fuori dai suoi schemini da prima elementare, si sente smarrito e non sa dire altro, per riflesso condizionato, che "ghetto per ricchi".
    ADESSO E' UN GHETTO! NON SI SA NEANCHE DOVE INCONTRARSI!

    Mi scuso con la signora Venturini.
    Sa, con tutte le vostre sigle, si rischia di confondersi.

    Noto con piacere che adesso tutti sembrano vergognarsi del termine "comunista".
    Persino Rifondazione, che sembravano i duri e puri, si nasconde dietro la sigla "Federazione della sinistra". Non c'è più religione!
    Allora avevamo ragione noi!

    Ne approfitto per chiedere al così ben informato Pruriti ( è l'unica materia che conosce), qual'è la sostanziale differenza tra Sel, R.C./Federaz. della Sin., Verdi, Per Buccinasco?
    Io non ne vedo. Però aspetto di essere illuminato.
    Possibilmente senza battute fesse.

    RispondiElimina
  6. Gianfranco Belisari22 dicembre 2011 01:46

    Appena si parla seriamente di programma, Rhinos si dà alla macchia.
    Gli altri candidati brillano per la loro assenza.
    Ma che primarie sono? Finte?
    Con la crisi, si risparmiano anche le parole e le idee.
    Il poppolo aspetta lumi.

    RispondiElimina
  7. "Barfranco" io degli altri non parlo, sono già troppo impegnato a spiegare le mille cose che ho fatto e che vorrei fare.

    Ma è vero che quando lei gira per Buccinasco si traveste per non farsi riconoscere? Me lo hanno detto al tabacchi di Via Gobetti ma non ci ho voluto credere...

    Beati coloro che non hanno nulla da dire e non si fanno convincere a dirlo.

    RispondiElimina
  8. certo che se il dott. belisari aspetta di leggere i programmi quì o sui giornali non saprà mai nulla, deve andarsi a leggere le notizie sul blog di pruiti o sulla rete civica

    RispondiElimina
  9. Gianfranco Belisari22 dicembre 2011 13:58

    Caro anonimo, perchè secondo lei, per leggere i programmi dei candidati di sinistra, dovrei andare sul blog di Pruriti, il nullafacente?
    Dove sarebbe il blog civico? Se mi dà le coordinate. la ringrazio: ci andrò di corsa.
    In ogni caso basterebbe esporli (i programmi, se ci sono) su questo Blog, che almeno è corretto perchè pubblica integralmente gli interventi, o quello di Saccavini, CittàIdeale,
    che è serio e attendibile.

    Chiudo in bellezza col Prurito spiritoso.
    Voi potete giudicare in diretta lo spessore di questo personaggio.
    Non sa che dire, non ha un'idea apprezzabile e cosa fa per contrastare i miei argomenti?
    Va da un non ben specificato "tabaccaio", via Goberti non so neanche bene dove sia, e spara una c.....a (cannonata) a casaccio senza capo nè coda.
    Come è nel suo stile.
    Conoscendolo ormai bene, avevo persino precisato di rispondere : " possibilmente senza battute fesse".
    Niente da fare: è più forte di lui.
    Voi immaginate se un personaggio simile dovesse fare il Sindaco! Sarebbe una sciagura.

    RispondiElimina
  10. Gianfry/barfranco peggio di voi sarà dura fare ;-), le sciagure sono già realtà a Bucci.

    Però... un bel vestitino da Babbo Natale ? No?

    RispondiElimina
  11. Gianfranco Belisari22 dicembre 2011 16:52

    Sempre vario e con battute intelligenti il Prurito b anale.
    Non sa proprio più dove andare a parare, e adesso passa al "voi".
    Voi chi? Io sono io e Rhinos è Pruriti.
    Inutile cercare di allargare il discorso ad altri per confondere le idee a chi legge.
    Pruriti è scarso, e ormai l'hanno capito tutti.
    E io non ho intenzione di coinvolgere altri della sinistra nella sua pochezza.
    Degli altri candidati so poco: so qualcosa di Maiorano, brava persona, e quasi nulla degli altri.
    Spero per gli elettori di sinistra che siano di livello superiore a quello del bloggista di professione.
    La signora Gloriana già mi sembra molto meglio.
    Adesso scopriamo che il compagno Rhinos va per bar/tabaccherie a straparlare di me (sono la sua ossessione, non riesce a prender sonno).
    Essendo sotto le feste, vaneggia su babbo Natale:qualcuno dovrà pur dirgli che non esiste.
    Non vorrei che avesse scritto una letterina con la richiesta di un bel regalo:
    "Caro Babbo Natale, quest'anno vorrei trovare sotto l'albero una bella fascia tricolore da Sindaco".
    Caro Rhinos, non è così che lo si diventa.
    Bisogna che la gente ti voti.
    E non lo farà.

    RispondiElimina
  12. Nooooooooooooo come non esiste Babbo Natale?
    Che delusione! Gli avevo chiesto di aiutare questo povero Comune e di portare un pò di buona amministrazione e serenità ai suoi abitanti! Adesso devo farlo io.

    Capisco che voi (per voi intendo PDL + CL + destrorsi frustrati vari) avevate trovato Babbo Natale in Comune che vi faceva tanti bei "regalini"... ma a noi poveri Cristi lasciateci almeno la speranza e un pò di fede.

    Si Barfranco sono disperato, come faccio a rispondere a codesta prosa e a cotanta intelligenza?

    RispondiElimina
  13. gGianfranco Belisari23 dicembre 2011 16:04

    Bene. Ognuno giudichi la consistenza del candidato.
    Basta leggere il post di cui sopra: potete immaginarlo in un posto di comando?

    RispondiElimina
  14. Barfranco, caro, io sono già in un posto di comando sai? Gestisco un sacco di soldini e mi pagano pure benino... e poi ci sono già (con l'accento sulla a) stato amministratore pubblico per 5 anni come assessore e con i risultati che ti ripeto in sintesi perchè so che sei anziano e perdi i colpetti:

    - 8 milioni di finanziamenti extracomunali portati a casa (cioè in Comune non a casa mia).

    - 11 km. di piste ciclabili protette realizzati.

    - Tarsu bloccata per 5 anni al costo del 1999 (poi siete arrivati voi e l'avete aumentata del 30%).

    - raccolta differenziata portata dal 30% al 60 %, con il servizio porta-a-porta (non la trasmissione Tv che ti vedi tutte le sere) + lo spazzamento automatizzato delle strade con l'impiego di un liquido speciale contro le polveri sottili... il tutto a meno di quanto si spendeva prima (tuo amichetto Lanati) e mi avanzavano pure i soldi per fare un giornalino ecologico trimestrale che è ancora online sul sito comunale.

    - istituito ufficio tutela animali.

    - realizzato piano di azzonamento acustico.

    - realizzato piano azzonamento impianti ripetitori x cellulari e trasmissione dati.

    - fatto appalto rifiuti con riduzione base asta 18% , due ricorsi al TAR subiti (vinti)

    - fatto appalto con gara europea del verde con riduzione base asta del 30%, risparmiati 180.000 euro, un ricorso al TAR subito (vinto)

    - piantati 37.347 alberi piccoli (oggi giganti) , cioè forestati 100 ettari di territorio, + circa 2.000 grandi alberi nei viali e nei parchi cittadini.

    - realizzata nuova piattaforma ecologica comunale con plauso della provincia (prima era "non autorizzata"... e non diciamo oltre)

    - vinti due premi per innovazione tecnologica, progetto Siscotel (circa un milione di euro).

    - realizzato PGT partecipato con finanziamenti
    statali e regionali.

    - realizzato processo di Agenda 21 Locale con finanziamento 147.000 governo Berlusconi.

    - realizzato processo Agenda 21 inter-comunale con Corsico e Cesano Boscone (non ricordo chi ha tirato fuori i soldi ma sicuramente non il Comune di Buccinasco).

    - realizzata la certificazione di qualità ambientale del Comune (questa è stata veramente dura da fare).

    ecc. ecc.

    5 anni da Consigliere comunale di opposizione:

    - partecipato al 100% dei Consigli comunali e commissioni (anche quando avevo la dissenteria).
    - presentato 24 ordini del giorno (4 approvati all'unanimità, 2 approvati a maggioranza).
    - presentato 56 interrogazioni (per più della metà aspetto ancora risposta).
    - presentato 23 richieste di accesso agli atti & documenti.
    - presentate 6 denunce, 3 alla Corte dei Conti, una alla Prefettura di Milano, 2 alla Magistratura ordinaria.

    ecc. ecc.

    Adesso immaginami Sindaco, non in un posto di comando, ti ho già scritto che si comanda in caserma, in Comune si governa... e bisogna essere capaci di farlo ;-)

    RispondiElimina
  15. p.s una precisazione doverosa perchè se no rischio di offendere involontariamente un sacco di persone che stimo molto (come Carbonera, Silva, Morano e Maiorano): quando io scrivo ho fatto quello o quello non intendo certo dire che per 9 anni ho fatto tutto da solo, al contrario il mio ruolo è stato sempre marginale.
    La Giunta Carbonera, come tutte le Giunte, era organo collegiale, quindi tutti (in primis il SINDACO che Dio lo benedica sempre) hanno dato il loro contributo, così come i tecnici comunali e i consiglieri comunali di maggioranza.

    Sono costretto ad esprimermi in prima persona solo per una questione di forma e per farmi capire da chi non vuole accettare la realtà delle cose... e poi perchè sono candidato SINDACO alle primarie dle 29 gennaio 2012.

    RispondiElimina
  16. GIANFRANCO bELISARI24 dicembre 2011 01:17

    E' un elenco che ho dovuto sorbirmi già in un altro 3D.
    Questa volta finalmente l'ha messo giù in maniera più ordinata. Prima era un guazzabuglio.
    Che sia un agitato e iperattivo, non lo metto in dubbio.
    Ma scarseggia di equilibrio e freddezza.
    Per tornare all'elenco delle cose che avrebbe realizzato da solo o in compagnia, le più significative sono gli alberi che ha fatto piantare, la cura del verde e le piste ciclabili.
    Il resto sono tutte cose di normale amministrazione delle quali non è rimasta traccia.
    Le piante crescono dove crescono. Dove non crescono, sono un disastro.
    La gestione del verde si traduce un questi numeri (che ho già citato ma che finge di ignorare):
    Gestione Lanati=735.000 mq - 12 mesi- 180.000 e.
    Gestione Pruiti=640.000 mq - 9 mesi -368.000 eur
    Rapportato a 12 mesi, sarebbe un costo di 500.000 euro.
    Pruiti dunque, responsabile del verde,dovrebbe rifondere 320.000 euro alla cittadinanza, altro che aste al ribasso e balle varie.
    A proposito di balle, i più attenti avranno notato che questa volta il pruitino de noantri ha omesso di magnificare la fontanella dell'acqua miracolosa: nella prima confusa bozza, occupava il primo posto.
    Gli ho dimostrato che era una bufala, e lui l'ha tolta.
    L'altra bufala è quella della pista ciclabile. I chilometri dichiarati sono stati ottenuti nel seguente modo: ha preso dei marciapiedi un po' larhi (non sempre) e ci ha fatto stampare delle bici per promuoverli a pista ciclabile.
    Sullo stesso spazio viaggiano bambini, donne con le carrozzine e pedoni normali.
    Il risultato è un insieme scollegato, cervellotico e poco funzionale allo scopo. Spesso pericoloso, come il marciapiede di via Lomellina. Lo dico con cognizione di causa.

    Vedo che nell'elenco mancano gli orti: si vede che non dipendevano da lui.

    Il nostro eroe ha anche dedicato un capitolo a chi lo avrebbe aiutato nei nove anni di suo impegno in politica.
    Manco da solo ha fatto quei disastri!

    RispondiElimina
  17. Barfranco, caro, io sono già in un posto di comando sai? Gestisco un sacco di soldini e mi pagano pure benino... e poi ci sono già (con l'accento sulla a) stato amministratore pubblico per 5 anni come assessore e con i risultati che ti ripeto in sintesi perchè so che sei anziano e perdi i colpetti:

    - 8 milioni di finanziamenti extracomunali portati a casa (cioè in Comune non a casa mia).

    - 11 km. di piste ciclabili protette realizzati.

    - Tarsu bloccata per 5 anni al costo del 1999 (poi siete arrivati voi e l'avete aumentata del 30%).

    - raccolta differenziata portata dal 30% al 60 %, con il servizio porta-a-porta (non la trasmissione Tv che ti vedi tutte le sere) + lo spazzamento automatizzato delle strade con l'impiego di un liquido speciale contro le polveri sottili... il tutto a meno di quanto si spendeva prima (tuo amichetto Lanati) e mi avanzavano pure i soldi per fare un giornalino ecologico trimestrale che è ancora online sul sito comunale.

    - istituito ufficio tutela animali.

    - realizzato piano di azzonamento acustico.

    - realizzato piano azzonamento impianti ripetitori x cellulari e trasmissione dati.

    - fatto appalto rifiuti con riduzione base asta 18% , due ricorsi al TAR subiti (vinti)

    - fatto appalto con gara europea del verde con riduzione base asta del 30%, risparmiati 180.000 euro, un ricorso al TAR subito (vinto)

    - piantati 37.347 alberi piccoli (oggi giganti) , cioè forestati 100 ettari di territorio, + circa 2.000 grandi alberi nei viali e nei parchi cittadini.

    - realizzata nuova piattaforma ecologica comunale con plauso della provincia (prima era "non autorizzata"... e non diciamo oltre)

    - vinti due premi per innovazione tecnologica, progetto Siscotel (circa un milione di euro).

    - realizzato PGT partecipato con finanziamenti
    statali e regionali.

    - realizzato processo di Agenda 21 Locale con finanziamento 147.000 governo Berlusconi.

    - realizzato processo Agenda 21 inter-comunale con Corsico e Cesano Boscone (non ricordo chi ha tirato fuori i soldi ma sicuramente non il Comune di Buccinasco).

    - realizzata la certificazione di qualità ambientale del Comune (questa è stata veramente dura da fare).

    ecc. ecc.

    5 anni da Consigliere comunale di opposizione:

    - partecipato al 100% dei Consigli comunali e commissioni (anche quando avevo la dissenteria).
    - presentato 24 ordini del giorno (4 approvati all'unanimità, 2 approvati a maggioranza).
    - presentato 56 interrogazioni (per più della metà aspetto ancora risposta).
    - presentato 23 richieste di accesso agli atti & documenti.
    - presentate 6 denunce, 3 alla Corte dei Conti, una alla Prefettura di Milano, 2 alla Magistratura ordinaria.

    ecc. ecc.

    Adesso immaginami Sindaco, non in un posto di comando, ti ho già scritto che si comanda in caserma, in Comune si governa... e bisogna essere capaci di farlo ;-)

    RispondiElimina
  18. Gianfranco Belisari24 dicembre 2011 14:42

    Il sig. Rino Pruiti, dall'inizio del confronto su questo Blog e in diversi e-mail che conservo, irride alla mia persona e alla mia onorabilità mettendomi alla berlina storpiando il mio nome.
    Ho cercato allora di ripagarlo della stessa moneta ma la sua insistenza mina la mia immagine e la mia onorabilità.
    Basta leggere i post che precedono il presente, per trovare l'appellativo spregiativo usato più frequentemente nei miei confronti : Barfranco(invito l'Amministratore a non cancellarli).
    LO scopo della storpiatura è quello di associare il mio nome a quello del bar per irridermi e squalificarmi agli occhi degli altri lettori.
    Presenterò denuncia alla Procura della Repubblica per danni morali e materiali nei suoi confronti.

    RispondiElimina
  19. Imminenza Belisari, se si sentiva offeso dai miei divertentissimi soprannomi doveva comunicarlo tempestivamente al gestore del blog che li avrebbe subito cancellati, così come ho fatto io con le sue infamanti accuse (che ovviamente conservo). Adesso è un pochino tardi no? Dopo centinaia di commenti?
    Comunque tutti sono liberi di denunciare se si sentono offesi...e anche di pagare qualora la giustizia inquirenti dovesse archiviare :-)
    Buon Natale!!!

    RispondiElimina
  20. Gianfranco Belisari24 dicembre 2011 22:42

    Essendo in clima natalizio, per ora sto fermo.
    In attesa di sviluppi.

    RispondiElimina
  21. Gianfranco Belisari25 dicembre 2011 12:13

    Sono curioso di sapere che fine ha fatto il mio post in risposta al programma di Pruiti.
    Mi è costato tempo e fatica, non c'era nulla di offensivo, però è sparito.
    Sono molto seccato.
    Spero non sia per il fatto che c'era l'espressione Gunga Din: se così fosse , sarebbe il colmo.

    RispondiElimina
  22. Mi dispiace sig. Belisari, mai ricevuto quel commento. Se vuole rimandare...
    Buon Natale

    RispondiElimina
  23. Gianfranco Belisari26 dicembre 2011 18:17

    Cercherò di ricordarmi cosa avevo scritto.

    Questa volta finalmente il candidato Sindaco presenta un curriculum impostato in maniera abbastanza ordinata, invece del consueto guazzabuglio. Le mie "frustate" sono servite.
    Dell'elenco esageratamente lungo, ci sono solo due o tre cose che appaiono significative.
    I famosi alberelli piantati, la gestione del verde, le piste ciclabili.
    Il resto è normale amministrazione per chi sta in un posto di responsabilità per tanto tempo, anche se per caso.
    -Gli alberelli. Alcuni hanno attecchito. Altri no. Quelli che non hanno attecchito, sono uno spettacolo desolante e bisognerà spendere un sacco di soldi per rimediare: cavare i mozziconi che occupano i terreni, scavare nuove buche e far piantare nuovi alberi da veri specialisti. E sono tanti. Chi lo fara? E chi pagherà, Pruiti?
    -Piste ciclabili. Non so a quale piste ciclabili si riferisca. Io le percorro abitualmente. Sono poche quelle veramente ciclabili (e quasi tutte ante Pruiti), scollegate tra loro: un pezzo qua, un pezzo là.
    Poi ci sono le nuove: non so se sia opera del nostro eroe, ma sono apparse nuove "piste". Sono stati presi marciapiedi abbastanza larghi e ci si è stampigliato sopra il simbolo della bici: et voilà. Adesso si può andare sui marciapiedi, in mezzo a pedoni, carrozzine e a bambini con gli zainetti. Ecco, questa mi sembrerebbe una soluzione alla Pruiti.
    Mi riferisco alle piste esistenti in Buccinasco: sono quelle veramente necessarie.
    - Gestione del verde. Qui non ci sono storie.
    La situazione è la seguente:
    -Ultima gestione Lanati :
    verde gestito=735.000 mq-costo 12 mesi 180.000eu
    -Gestione Pruiti
    verde gestito=640.000 mq-costo 9 mesi=368.000 eu
    Rapportato a 12 mesi, il costo sarebbe ammontato a 500.000 euro circa. Dunque, il nostro mirabolante Assessore, deve rifondere 320.000 euro (e anche di più, visto che i mq erano inferiori) a Buccinasco.
    Altro che favole!
    A proposito di favole, avete notato che lo straordinario merito che si era attribuito relativamente alla fontanella miracolosa alla quale tutti i buccinaschesi si abbeverano grati a lui e alla sua amministrazione, è scomparso?
    Quando ho spiegato come aveva "barato", puff, tutto sparito.
    Lui esiste, per sua stessa ammissione, per essere il Gunga Din di Carbonera.
    E non può fare il Sindaco chi lo farebbe per interposta persona.
    Noi stessi ne abbiamo fatto una sfortunata esperienza.

    RispondiElimina
  24. Provvedo.

    - maggio 2007 fatta la casa dell'acqua che ha avuto uno straoridinario successo, se diventerò Sindaco la raddoppio in zona Esselunga grazie a sponsorizzazioni già trovate (da me), come sempre non costerà nulla al Comune. Anche l'attuale struttura passerà completamente in gestione TASM (accordi informali già presi da me)

    - dati Corte dei Conti relazione 2007 dopo 3 anni e mezzo di controlli (come mai ci hanno controllato così tanto? Chissà...).

    [..] "La sezione ha riscontrato che l'Amministrazione ha posto una particolare cura alla tutela delle fasce più deboli della popolazione, stanziando somme adeguate a fornire una vasta gamma di servizi utilizzati da numerosi utenti... In conclusione, risulta che la gestione finanziaria dell'ente possa essere considerata sana, quella amministrativa sia funzionale alle dimensioni ed alla natura dell'ente e la gestione dei servizi sia adeguata alle necessità della popolazione residente, pur con i limiti imposti dai vincoli della finanza pubblica".[..]

    Sulla gestione del verde mi basterebbe dire cosa avete combinato voi, siamo senza appalto dal 2008, centinaia di migliaia di euro pubblici buttati nel cesso, avvocati, danni da pagare, servizio disastroso... e non è finita, adesso arriverà la Corte dei Conti grazie alle denunce fatte dall'opposizione (noi).

    Però da candidato Sindaco devo essere pietoso e comprensivo anche con voi:

    del 15/03/2006 - 14:51:50

    Conclusa la nuova gara per la manutenzione del verde pubblico.

    L'appalto, organizzato secondo la recente normativa europea, ha permesso di risparmiare 150mila euro. Tale cifra verrà investita per garantire interventi supplementari, aiutando nel frattempo le cooperative sociali di tipo "B", che a loro volta dovranno coinvolgere persone svantaggiate residenti a Buccinasco
    Buccinasco (15 marzo 2006) – Una maggiore cura del territorio, ma allo stesso tempo un sostanzioso risparmio nei costi e lavoro per chi si trova al margine del mercato. Sono questi gli esiti della gara per la manutenzione del verde, svoltasi ieri. "Per la prima volta –conferma l'assessore alle politiche ambientali e faunistiche, Rino Pruiti- questo impegno è stato aggiudicato attraverso un confronto di livello europeo, così come prevedono le attuali normative. Ciò ha permesso di coinvolgere operatori più grandi che, davanti ad una durata del contratto maggiore, due anni eventualmente raddoppiabili, hanno potuto offrire un ribasso significativo, facendo risparmiare rispetto alla cifra preventivata oltre il 28%, pari a circa 150mila euro". Non solo: il capitolato prevedeva la possibilità di aggiungere migliorie rispetto a quanto chiesto dal Comune e, anche su tale base, è stato avviato il percorso che ha poi portato ad individuare il vincitore, la Fratelli Grignola, una srl di Monza. L'azienda ha infatti avanzato un progetto che prevede, senza ulteriori oneri per l'Ente, di riqualificare una zona umida nei pressi del cimitero, creare spazi gioco pensando soprattutto ai bambini disabili, piantumare altre aree pubbliche, installare due ulteriori impianti con cui irrigare il terreno.

    Al "mio" appalto del verde ci furono due o tre ricorsi al TAR, "ovviamente" ha sempre vinto il Comune senza problemi.

    Si Belisari, quì non ci sono storie e non ci sono mai state... lo dicono gli atti, i giudici e la storia!!!

    RispondiElimina
  25. Gianfranco Belisari27 dicembre 2011 21:36

    Sul verde, non si è capito nulla.
    Solito polverone: copperative, ribassi del 28% (su che cosa?), " voi cos'avete fatto?" e via col tango.
    Io ho citato cifre precise e chiare. Quando e come rientreremo di quei 320.000 euro sprecati dalla sua gestione?
    Adesso ritorna la fontanella.
    La TASM deve accendere un cero per aver avuto il grazioso omaggio della gestione del nostro acquedotto e delle nostre fognature: scambio di cortesie tra compagni.
    E adesso vuole che non ci metta una o due misere fontanelle gratuite in cambio del ricco appalto ricevuto?
    E poi, dai!, le ha date a tutti i comuni le fontanelle: proprio a noi non le doveva dare?
    C'è veramente poco da vantarsi. Quegli accordi poteva farli anche miozio (come ha detto Bonanni).
    Ancora silenzio sugli orti.
    Non saranno stati di sua competenza.

    RispondiElimina
  26. Si certo non si pcapisce vero? Hahhahah! Ehhh prima o poi mi toglieranno il guinzaglio e allora... gli scambi di merende tra compagnio sembra li abbiano fatti "altri" a Bucci... nevvero?

    RispondiElimina
  27. Gianfranco Belisari28 dicembre 2011 23:14

    Bene. Abbiamo archiviato il verde, le piste ciclabili e gli alberelli rachitici.
    Adesso c'è questa sottile minaccia che "quando gli toglieranno il guinzaglio" (l'ha detto lui non io che è un cagnolino) rivelerà cose inenarrabili su misteriose merende.
    A me non mi tocca di sicuro ( non si dice "a me mi", ma qui ci stava). L'importante è che sia chiaro a tutti che la TASM ha avuto graziosamente l'appalto (non so se con gara o senza gara) per la gestione della nostra acqua e delle nostre fognature.
    E il Presidente della TASM, mi sembra fosse il marito di una compagna Sindaco di Trezzano.
    Niente di male. Solo per la precisione.
    Ho scavato nella memoria quando mr Pruiti ha cominciato a sbarellare sui suoi meriti a proposito di questa fontanella e dell'altra che vorrebbe aprire.
    Degli orti non si fa cenno.
    Cosa è rimasto del curriculum e del programma del candidato Sindaco?

    RispondiElimina
  28. E' rimasto quello che c'è scritto nella storia Gianfry... dai non abbiamo più tempo per scherzare , adesso si deve fare sul serio.
    Lo sai chi aveva e chi ha il 51% della TASM? La provincia di Milano ;-)
    Lo sai quanti Comuni del consorzio hanno dato le loro fognature a TASM per la gestione ordinaria e straordinaria? Quasi tutti ;-)
    Lo sai perchè? Perchè conviene e non abbiamo soldi per le opere necessarie e per la manutenzione ordinaria...

    Adesso lasciami lavorare che ti metto a posto il tuo Comune.

    RispondiElimina
  29. Gianfranco Belisari30 dicembre 2011 21:52

    Lavorare?
    Come, dove, quando?
    Fare danni non è un lavoro: è una sciagura.
    La TASM era appannaggio della sinistra (allora la Provincia non era in mano al "tesoriere" del PD? Penati intendo). Quindi, tutto tra compagni.
    Per tornare alla fontanella, pruitino bello, che era l'oggetto del contendere, quale merito ha avuto l'assessore miracolato da Carbonera? Zero.
    Zero lì - zero nella gestione del verde (320.000 euro da rendere) - zero nel piantare alberi (chi paga l'estrazione dei mozziconi e il ripianto di nuovi alberi con manutenzione, innaffiamento e via di questo passo?) - zero in tutto.
    Sono poi in attesa sempre di sapere chi era responsabile degli orti.
    Per concludere, il sig. Pruiti, meno lavora per il Comune, e meglio è.

    RispondiElimina
  30. Giusto Belisari. Gli elettori hanno lo strumento per fare giustizia della mia incapacità, inutile rispondere ancora a dei deliri, io mi metto nelle loro mani.

    RispondiElimina