venerdì 16 dicembre 2011

BUCCINASCO - Cereda: “In Tribunale anche i ‘patteggiatori’ dovranno comunque dire la verità”

Loris Cereda torna polemicamente sugli esiti della prima udienza preliminare dell’inchiesta che lo ha coinvolto lo scorso mese di marzo e non mancano punte polemiche nei confronti di alcuni suoi coimputati: “Riguardo ai patteggiamenti di alcuni miei co-imputati, posso solo dire che comprendo il desiderio di uscire al più presto dal tritacarne giudiziario ma, quando questi signori saranno chiamati a testimoniare, dovranno giurare di dire tutta la verità e nient'altro che la verità e allora non potranno che confermare la mia innocenza"... 


Quanto alla decisione del Comune di costituirsi parte civile l’ex sindaco la ritiene doverosa: “Sono contento, non mi sorprende. L'avrei fatto anch'io. E' un atto dovuto e giusto. Ma, poiché sono innocente, non dovrò riconoscere o risarcire alcun danno. E lo dimostrerò nei fatti.”. Cereda torna anche sul recente riconoscimento che ha visto Buccinasco nella graduatoria pubblicata da ANCI qualificarsi tra i Comuni più virtuosi d’Italia: “Un risultato che parla da solo! – esclama Cereda – C’è qualcosa che non mi torna… Un Sindaco corrotto - che quindi pensa al suo tornaconto personale - ma che fa così bene il suo mestiere di amministratore pubblico da far diventare il suo Comune il primo rispetto alla virtuosità dei conti? 

Mah!! O è un genio o, forse forse, è una persona onesta che ha lavorato per il bene delle sua città in modo egregio.” “La mia Giunta – continua Cereda - ha attuato, fin dal suo insediamento, diverse misure significative in materia di bilancio e finanza che ci hanno portato non solo a rispettare ogni anno il patto di stabilità ma anche a ridurre il deficit di parte corrente e il debito di bilancio. 

Abbiamo, per esempio, estinto anticipatamente alcuni mutui contratti dalle passate amministrazioni con un risparmio di circa 120.000 euro l’anno. Tra parentesi, l’ironia della sorte vuole che anche l’Assessore a Bilancio, Tributi e Lavori Pubblici risulti indagato nell’inchiesta”.


Articoli correlati:
BUCCINASCO - Neanche Trimboli, Sagaria e Carminati patteggiano, tutti gli altri sì
BUCCINASCO - Cereda dopo l’udienza preliminare: “Sono innocente e non patteggerò”


16 commenti:

  1. [..] l’ironia della sorte vuole che anche l’Assessore a Bilancio, Tributi e Lavori Pubblici risulti indagato nell’inchiesta”.[..]

    Ma se ha patteggiato proprio lui? arrampicarsi sugli specchi e comprensibile ma quì siamo alla farsa.

    RispondiElimina
  2. Le vicende per le quali Marco Cattaneo ha patteggiato non sono quelle che riguardano le accuse contro di me, la sua scelta di uscire da questo tritacarne è sua ed io la rispetto, come rispetto quella degli altri.
    Il fare un commento come quello dell'anonimo dimostra imbecillità sostanziale e assoluta mancanza di conoscenza dei fatti, ma queste male lingue lo so che ci sono e che lavorano in questo squallido modo anonimo: mi fanno paura... ahahahahaha!!!!!

    RispondiElimina
  3. Nel "patteggiamento" l'imputato si dichiara "reo confesso" .

    Il "patteggiamento" (termine breve per indicare ciò che più correttamente è definito "applicazione della pena su richiesta delle parti") è, nel contesto della procedura penale, il procedimento speciale caratterizzato dalla richiesta che l'imputato rivolge al pubblico ministero (PM), consentita dal giudice, di applicazione, nella specie e nella misura indicata, di una sanzione sostitutiva o di una pena pecuniaria, diminuita fino a un terzo, ovvero di una pena detentiva che, tenuto conto delle circostanze e diminuita fino a un terzo, non superi i cinque anni (di reclusione o arresto), sola o congiunta a pena pecuniaria.., ".

    Cereda le tue risate fanno paura perchè stai ridendo della legalità. Il tuo assessore al Bilancio ha chiesto e ottenuto il patteggiamento, non c'è altro da dire.

    RispondiElimina
  4. Caro Anonimo sei in malafede oltre che stolto, anzi, forse solo in malafede perchè ormai il patteggiamento, lo sanno tutti, oltre a non essere un'ammissione di colpevolezza, è il modo che molti poveracci (e anche molti delinquenti) hanno per evitare di sostenere iter lunghissimi con costi elevati quando, con una "pena" solo nominale se la cavano subito.
    Questa è la legalità che piace alla gente come te, io rido dlla gente come te che cerca il torbido dove tutto è invece alla luce del sole.

    RispondiElimina
  5. Nel "patteggiamento" l'imputato si dichiara "reo confesso" .

    RispondiElimina
  6. la cosa triste è che cereda & compagni abbiano ancora il coraggio di parlare, anche se in realtà parla solo cereda e il suo fedele belisari

    RispondiElimina
  7. La cosa triste è che ci siano anonimi vigliacchi come voi che grazie alla "legalità" avete ancora una chance di mettere le vostre mni su questa città, farò di tutto, credetemi per non lasciarvela,ma le vigliacche male-lingue, seminatrici di odio e di sospetto non mi fanno paura, non vi auguro di sperimentare sulla vostra pelle la "legalità" ma nemmeno vi auguro di girare per Buccinasco e ricevere gli attestati di stima che ricevo ogni giorno, poveri anonimi mentecatti, siete voi che non dovreste avere il coraggio di parlare, io GRIDO a testa alta.

    RispondiElimina
  8. La vostra "legalità" stritola le persone con la custodia cautelare, poi gli propone il "patteggiamento" che significa più o meno, dacci ragione che noi lasciamo perdere, così le indagini fasulle sono contente, gli innocenti se ne fanno una ragione, e i delinquenti sono liberi: RIDO di questa legalità.

    RispondiElimina
  9. http://lorisino.blogspot.com/2011/12/50-persone-di-buona-volonta.html

    RispondiElimina
  10. Loris, forse hai perso il controllo non ti pare?

    E' oggettivo quello che è accaduto, la legalità è una sola e ha colpito Butturini così come Penati così come Cereda.

    Se si mettono in dubbio le istituzioni non rimane che il caos, l'anarchia, la legge del taglione e soprattutto la legge del più forte.

    Non ti permetto, non ti devi permettere di insultare chi crede nello Stato, nella legalità e nelle Istituzioni, anche se dovessero sbagliare. C'è chi ha pagato un prezzo molto alto e sarebbe disposto a ri-pagarlo ancora 1000 volte per la democrazia e libertà di tutti, anche tua.

    Tu NON SEI UNA VITTIMA.

    Se avessimo voluto veramente seppellirti politicamente , avremmo tappezzando la città di manifesti con la tua faccia e con una sola parola scritta sotto in rosso (voi lo avreste fatto sorridendo e godendo di brutto), o veramente credi che non abbiamo i mezzi per farlo? lo avremmo potuto fare, casa x casa, non te lo dimenticare, non dimenticare mai come possiamo essere e siamo diversi da "voi".

    Temo tu sia entrato un isolamento politico e umano pericolosissimo. Ritrova un pò di serenità... lo dico per te.

    RispondiElimina
  11. Ti assicuro che sono sereno e tutt'altro che isolato.
    Sono e tutta l'amministrazione con me UNA VITTIMA. MA NON FACCIO LA VITTIMA, combatto contro quelli che, insieme a te, stanno cercando di sfruttare questa situazione per trarne vantaggio elettorale,tappezza, tappezza: ma credi che la gente sia così stupida?

    RispondiElimina
  12. Oggettivo cosa? Che sono stato 3 mesi in carcere per una presunta tangente di 3250 Euro, mentre Penati... Non ti accorgi che fai ridere... vai avanti con il tuo programma e con la sfida con Maiorano, lascia stare cose di cui non sai niente. E non parlare a me di legalità, io l'ho conosciuta da vicino quella che tu chiami legalità e ho il coraggio di giudicare. L'anarchia è quella che vuole chi travalica il suo ruolo istituzionale e entra su istituzioni democraticamente elette, altro che storie.

    RispondiElimina
  13. Prima delle "sfide" per me c'è sempre la verità e la legalità.

    Vedi Loris, venerdì sono andato a ritirare una raccomandata per me in posta, era l'agenzia delle entrate che mi contesta un errore sul 730 del 2007, ho cannato una riga portando in detrazione 300 euro che non dovevo portare, adesso vogliono 2334 euro entro un mese (coprirò con le tredicesime).

    Una vera porcata per un lavoratore dipendente con un imponibile come il mio, senza nemmeno la possibilità di evadere un centesimo... avevo solo la possibilità di sbagliare la compilazione e , non essendo molto portato per queste cose, ho sbagliato.

    Che faccio contesto e faccio la vittima? Potrei dire che ci sono 120 miliardi di evasione totale + centinaia di miliardi di corruzione e concussione e vengono a controllare me (l'anno passato mi hanno fatto perdere un giorno di ferie perchè volevano vedere gli scontrini della farmacia che avevo portato in detrazione). Potrei prendermela con tutto il mondo. Perchè controllano me? Sarà mica un complotto????

    Invece starò zitto e pago! Ho sbagliato e pago!

    Le istituzioni democraticamente elette devono rispettare la legge, altrimenti un altro potere dello Stato - creato per questo dai padri costituenti - interviene.

    Hai subito un torto? Può anche darsi ma alla fine questo sarà verificato e riconosciuto.

    Con i tempi attuali della Giustizia dovresti , invece, preoccuparti che la tua vicenda non vada in prescrizione... perchè prima di dieci anni non finirai i tre gradi di giudizio.

    Perchè non hai chiesto il rito abbreviato (come un altro imputato) se sei sicuro della tua innocenza?

    Sbagli quando dici che "non so niente", io so tutto quello che sta scritto nelle "tue" carte, è pubblico e quindi lo so.

    RispondiElimina
  14. p.s. Scusa Loris mi fai un esempio di come io starei sfruttando la tua vicenda?

    RispondiElimina
  15. un semplice cittadino18 dicembre 2011 10:58

    Io non sono uomo di partito o schieramento, mi ricordo ciò che visto e vissuto durante la campagna elettorale che portò all'elezione di Cereda. Il centro DX cercò di trovare ogni appiglio per gettare discredito sulla parte avversaria e con i modi più subdoli. Questo è dimostrabile con articoli, volantini ( poi si passò anche alle "voci di cortile",metodo ancora più bieco). Si è visto successivamente che tipo di galantuomini hanno gestito Buccinasco (vice sindaco, etc.).Che Cereda prenda adesso le distanze da questa politica me ne felicito - soprattutto per lui : il ravvedimento è segno di buon senso ;il negazionismo è patetico e soprattutto insostenibile.

    RispondiElimina
  16. Vedi, Rino la tua vicenda è solo in parte paragonabile: tu ammetti di aver sbagliato ma ritieni che ci siano errori ben più gravi (e hai ragione) da punire, alla fine accetti la pena.
    Io, non solo ritengo di essere innocente ma ritengo anche che l'eventuale colpevolezza non poteva giustificare 3 mesi di custodia cautelare (un po' più di 2300 Euro di multa).
    Visto che hai amici in Polizia prova a chiedere loro cosa succede in alcune procure quando arrivano ipotesi di reato, anche gravissime, che riguardano sconosciuti e cosa invece succede se c'è la minima possibilità di incastrare un politico. Io questa follia l'ho sempre denunciata, anche quando si trattava di Butturini. Forse ho pagato anche per questo, i tempi come sai, tornano.
    Tu non hai mai cercato di sfruttare la mia vicenda, solo qui, per la prima volta, hai lanciato velate "minacce" e hai difeso gli anonimi seminatori di dubbi, di bugie e di maldicenze.
    Vedi io credo di aver subito un torto non "per caso" ma perchè essendo uno dei pochi politici locali che aveva il coraggio di attaccare certa magistratura dovevo pagare anche per chi fa gli affari suoi ma sui giornali dice di avere piena fiducia ecc... Io non ci sto, voglio difendere questo paese dal rischio di diventare un paese Orwelliano dove una casta non eletta decida la vita degli altri, ho pagato con dignità, credo, mi pare di essermi fatto la galera con dignità e coraggio perchè mi ritenevo e mi ritengo un combattente: forse, perdonami, la possibilità anche per te di fare politica liberamente, dipenderà un po' anche da questa mia piccola lotta.
    Il rito abbreviato non consente di entrare nei fatti e di spiegarli, ad esempio con le testimonianze. Nel mio caso purtroppo non funziona: I 3.250 li ha presi? Sì c'è il versamento sul suo conto corrente. Il Parcheggio è stato autorizzato? Sì c'è la delibera di Giunta. Due + due fa quattro. Per smontare questo sillogismo non basta (con questa giustizia) la logica. Sai cosa mi disse il PM quando gli contestai l'assurdità di un'ipotesi che mi avrebbe visto farmi pagare una tangente tasse pagate sul c.c.? Mi disse che le modalità con cui l'ho intascata non sono rilevanti!!!
    Ecco, non vorrei che la stessa opinione potesse essere quella di un Giudice in un giudizio abbreviato, ergo devo dimostrare con testimoni, appunti e carte perchè ho ricevuto quei soldi! Vedi l'onere della prova è rovesciato!!! Pazzesco, ma è così.
    E' vero, caro semplice cittadino, ho preso le distanze da un certo modo di fare politica, ma da molto tempo, almeno da 3 anni, e sicuramente da quando è successa la vicenda Butturini

    RispondiElimina